Verratti, nuove accuse da L’Équipe: nel mirino troppe assenze e vita privata

Marco Verratti torna in campo dopo un mese e mezzo, e lo fa nella sfida di Champions League tra Lipsia e PSG. Il centrocampista è rimasto fermo a causa di un infortunio alla coscia destra e ha saltato le ultime otto partite del club parigino, comprese le tre gare della competizione europea. Un ritorno però, quello del pescarese, non da titolare. Tuchel infatti gioca la carta Verratti solamente a fine gara, negli ultimi sette minuti, per sostituire Ander Herrera, anche lui rientrato da infortunio. L’italiano sembra si stia finalmente riprendendo, ma a rovinare la sua tranquillità ci pensa la stampa parigina che non l’ha mai amato così tanto. In particolare, le nuove accuse arrivano da L’Équipe, quotidiano sportivo francese. Nel mirino, questa volta, le troppe assenze del giocatore, soprattutto nelle gare importanti, ma anche la sua vita privata

Verratti, nuove accuse da L’Équipe: nel mirino troppe assenze e vita privata

La stampa d’oltralpe, fin dal suo arrivo a Parigi 8 anni fa, non ha mai risparmiato  critiche a Verratti. Il giocatore è arrivato in Francia, per 12 milioni di euro, dopo una straordinaria stagione a Pescara, in Serie B. Riesce ad imporsi subito grazie anche all’aiuto di Carlo Ancelotti, allora tecnico del club parigino, ma le critiche non sono mai mancate, soprattutto nell’ultimo periodo. Troppe le assenze, secondo il quotidiano francese, che commenta sarcasticamente: “Speriamo non salti la decima gara su 15 dei campioni di Francia. Sarebbe molto bello, anche se ne ha già perse 131 da quando è indiscusso titolare a Parigi nel 2013-14”. Ma L’Équipe non si ferma qui. Contesta infatti anche la vita privata di Verratti e la sua condotta fuori dal campo. 

Il quotidiano cita un aneddoto che risalirebbe al novembre 2018. Un sabato il pescarese avrebbe incontrato il tecnico Thomas Tuchel in un locale notturno dell’ottavo arrondissement di Parigi. L’incontro sarebbe avvenuto in piena notte,  poche ore dopo una partita di Ligue 1 e pochi giorni prima di una gara decisiva dei gironi di Champions contro il Liverpool. Il tedesco, sorpreso, avrebbe richiamato il giocatore: “Non è serio Marco, ti ho sostituito per farti riposare, perché mercoledì c’è il Liverpool”. Il 28enne però avrebbe risposto a tono e senza esitazione: “Oh, va bene! Io stavo per andarmene, ma tu no. Non è serio, tu sei l’allenatore, devi dare l’esempio”. Solo voci naturalmente quelle riportate da L’Équipe, non è chiaro infatti se questa discussione sia mai avvenuta veramente. Ciò che è chiaro, invece, è che tra il quotidiano e il centrocampista non sia mai nato l’amore.

LEGGI ANCHE

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

I PIù LETTI DELLA SETTIMANA