Il Monterrey batte l'Inter Miami, ma è bufera per le sconcertanti dichiarazioni dei messicani su Messi

calcio estero08/04/2024 • 12:20
facebook
twitter
whatsapp
L. Messi
#10Club Internacional de Fútbol MiamiAttaccante
Favorites

Stagione --

--

Voto medio

--

Goals

--

Tiri in Porta

--

Tiri

--

Assists

Lionel Messi non ha preso parte alla gara d'andata dei quarti di finale di CONCACAF Champions League, gara che ha visto l'Inter Miami uscire sconfitta al Chase Stadium per 2-1 contro i messicani del Monterrey

 

L'otto volte Pallone d'Oro faceva tuttavia parte di un gruppo, di cui facevano parte anche Luis Suarez, Jordi Alba e Tata Martino, che ha avuto un acceso scontro con giocatori ed allenatore avversari dopo il match. Tutto nasce da alcune dichiarazioni di qualche giorno fa del tecnico del Monterrey Fernando Ortiz, il quale aveva alluso a qualche decisione benevola di troppo da parte degli arbitri in favore della squadra americana in virtù della presenza di Messi tra le propria fila. Le parole del vice allenatore Nico Sanchez hanno però decisamente superato il limite...

Dal Monterrey piovono insulti a Messi e Tata Martino

Sulla scia delle discussioni avvenute al termine della sfida, Nico Sanchez, vice allenatore e giocatore del Monterrey, ha rilasciato alcune sconcertanti dichiarazioni, riprese da FOX Sports MX1: "Il nano era posseduto, aveva la faccia del demonio. Mi ha messo il pugno di fianco alla faccia e ha detto 'Chi ti credi di essere?' ma visto che non lo guardavo, si è arrabbiato ancora di più. E al Tata Martino, quel povero scemo, ho detto 'Ti stai mettendo a piangere? Che scemo'. Ci sono dei video, ma probabilmente li hanno cancellati tutti perché ci farebbero davvero una figuraccia". 

 

E mentre il Monterrey ha chiesto alla CONCACAF di esaminare l'accesa discussione, Sanchez si è poi scusato per alcuni dei suoi commenti, quelli riferiti al tata Martino: “Dato che non conosco l'allenatore dell'Inter, Gerardo Martino, e ho fatto riferimento nei suoi confronti in modo irrispettoso, mi scuso. Sono argentino come tutti loro e difenderò sempre il mio club. Sono qui per mostrare la mia faccia e assumermi la responsabilità”. Per Messi invece, nessuna scusa.

 

 

calcio estero08/04/2024 • 12:20
facebook
twitter
whatsapp
Tags :Messi

LEGGI ANCHE

Ultime News