Conte a ruota libera: "Gli altri festeggiano i miei fallimenti. Sogno la Champions"

calcio italiano14/02/2024 • 13:38
facebook
X
whatsapp

Antonio Conte è pronto a tornare, e lo dice candidamente in una lunga intervista rilasciata sulle colonne del Telegraph. Il tecnico salentino, fermo dall'ultima esperienza sulla panchina del Tottenham, vuole rimettersi in gioco, ma cerca la giusta sfida per farlo. I suoi obiettivi sono piuttosto chiari.

Conte scatenato attacca subito i suoi detrattori

L'intervista integrale uscirà domani, ma alcune anticipazioni sono già state rivelate: "Devo vincere. Altrimenti gli altri aspettano di festeggiare il mio fallimento. Questa è la verità", ha dichiarato non senza un velo polemico Conte, il quale ha poi aggiunto: "Per me ora è impossibile lavorare per una squadra che aspira solo a dare spettacolo, perché l’aspettativa nei miei confronti è esclusivamente legata alla vittoria. Amo il mio passato, ma allo stesso tempo l’aspettativa che implica è sempre molto alta. E se non vinci, hai fallito. L’opzione ideale è far divertire la gente e vincere".

Il modulo

"Si pensa che sia un sistema difensivo ma non è assolutamente così. Le mie squadre hanno sempre segnato tanti gol. Non dipende dalla linea difensiva a 3 o a 4, ma dal modo in cui costruisci la squadra e la fase offensiva. Non va bene essere troppo offensivi, ma nemmeno troppo difensivi: devi rispettare le caratteristiche dei giocatori e adattare le tue idee. La mia esperienza dice che se vuoi vincere un campionato o sollevare un trofeo, hai bisogno di avere una squadra stabile ed equilibrata".

Col Chelsea potevamo dominare..."

"La mia storia dice che nei miei club sono sempre arrivato in una situazione difficile e con diversi problemi. Ma costruisco sempre. Dopo la mia prima stagione al Chelsea, quando vincemmo il titolo, avremmo potuto dominare in Inghilterra. Abbiamo parlato con Lukaku e van Dijk e con quei due giocatori importanti avremmo potuto cambiare la situazione".

Sogno Champions

"Un giorno mi piacerebbe sollevare la Champions League anche da allenatore, ma so che è molto difficile. La gente pensa che sia semplice, ma devi trovarti nel club giusto, un club che corrisponda alle tue ambizioni, un club pronto a fare l'ultimo passo per vincere la Champions. Basta vedere il Manchester City, quanto ci ha messo a costruire quel successo. Sette anni, no? Vorrei regalare questa gioia a mio padre. Mi ha detto ‘Vorrei vederti sollevare la Champions League’. Non è semplice, ma tutti hanno diritto ad avere un sogno", ha concluso il tecnico leccese.

calcio italiano14/02/2024 • 13:38
facebook
X
whatsapp
Tags :Juventus

LEGGI ANCHE

Ultime News