Lazio-Inter, Sarri lapidario: "Cosa ci manca quest'anno? Gli attaccanti"

calcio italiano17/12/2023 • 22:32
facebook
X
whatsapp

Al termine di Lazio Inter, il tecnico biancoceleste Maurizio Sarri ha analizzato la partita e più in generale il momento no dei biancocelesti attualmente decimi in classifica.

Una grande Lazio per 65'

Lazio Inter finisce 1-0 e Maurizio Sarri interviene ai micronfoni di Dazn per rispondere alle domande dei giornalisti presenti in studio: "La partita non è stata buona non fino al primo gol ma fino al secondo gol, abbiamo giocato una grande partita per 65' contro una grande squadra e abbiamo pagato l'errore sul primo gol. I fischi dei tifosi credo siano per le scorse partite, perché dobbiamo ripartire proprio da questa partita".

 

Quando il giornalista gli fa notare che in occasione del primo gol di Lautaro, Marusic viene tratto in inganno da Gila che gli indica dove dare il pallone, ma Sarri non giustifica l'errore del terzino montenegrino: "Io do la palla dove non c'è nessuno, non dove mi indicano. Lazio prevedibile? Questo è un luogo comune perché il Barcellona ha giocato per 10 anni sempre allo stesso modo e anche il mio Napoli ha giocato sempre uguale per 3 anni. La verità è che giochiamo tanto ma fatichiamo a trasformare le occasioni in gol. L'anno scorso eravamo primi nel rapporto occasioni gol, quest'anno siamo sedicesimi. Stasera abbiamo palleggiato bene, a destra abbiamno fatto bene, da migliorare a sinistra, ma dobbiamo migliorare principalmente in area di rigore e nelle conclusioni da fuori".

Sarri punta il dito contro gli attaccanti

Quando dallo studio gli chiedono cosa manca a questa Lazio, Sarri risponde lapidario: "Gli attaccanti non stanno rendendo come l'anno scorso. Basta vedere la differenza di gol rispetto alla passata stagione. Palloni giocati in area e conclusioni sono più o meno sugli stessi livelli dell'anno scorso, ma non abbiamo mai avuto gli attaccanti in grande condizione. Zaccagni ha avuto molti infortuni, Ciro ha avuto un po' di problemi, Felipe Anderson fortunatamente è in crescita.

 

L'anno scorso la Lazio chiude il campionato al secondo posto, quest'anno è decima, qual è la vera dimensione? Sarri risponde: "La nostra reale dimensione è una via di mezzo tra quella dell'anno scorso e quest'anno. L'anno scorso abbiamo approfittato di alcune situazioni ma non era la nostra reale dimensione come non lo è questa e lo dimostra la grande partita contro la capolista. Bisogna ripartire da quel che di buono che abbiamo fatto stasera e analizzare gli errori sui due gol". 

calcio italiano17/12/2023 • 22:32
facebook
X
whatsapp

LEGGI ANCHE

Ultime News