La stampa mondiale stronca Infantino dopo il discorso pre-Qatar: “Sembrava Trump”

calcio19/11/2022 • 22:24
facebook
twitter
whatsapp

Critiche unanimi e reazioni piuttosto perplesse da parte di tutta la stampa mondiale. Queste le sensazioni che ha destato il discorso del numero uno della Fifa Gianni Infantino tenuto alla vigilia dell’apertura di Qatar 2022. Un discorso bizzarro, in cui ha difeso la scelta di disputare la competizione nell’emirato e ha parlato della Fifa come guida del cambiamento nel paese affacciato sul Golfo Persico. Frasi che, a detta di molti, sembravano scritte da qualcun altro, in particolare proprio dai rappresentanti del paese che ospiterà la kermesse. Ad andarci più duro contro il presidente Fifa è stato l’autorevole Telegraph, che lo ha letteralmente fatto a pezzi.

Il Telegraph fa a pezzi Infantino

Alla vigilia di un Mondiale costruito letteralmente e metaforicamente sulla sabbia, Gianni Infantino ha avuto il suo momento trumpiano. Dato che il presidente della Fifa ha parlato per 56 minuti prima di rimproverare i suoi inquisitori…“. Si apre così il lungo articolo con cui il Telegraph stronca su ogni punto il discorso tenuto dal presidente della Fifa alla vigilia della prima partita di Qatar 2022. Un articolo durissimo, in cui il quotidiano britannico etichetta come “ridicole” le parole del dirigente svizzero, ed insinua il dubbio che il suo discorso sia stato scritto da terzi.

infantino--1024x576

La Fifa ha cambiato il Qatar

Mentre Infantino stava cercando di dar credito alla Fifa e alla Coppa del Mondo di aver guidato il cambiamento in Qatar – continua il quotidiano – va ricordato che ha detto che il torneo ha trasformato ‘la percezione che il mondo ha della Russia‘ mentre nel 2018 ha accettato scherzosamente la medaglia dell’Ordine della Fratellanza da Vladimir Putin. All’inizio di quest’anno ha schivato una domanda sul fatto se ce l’abbia ancora…”.

assenti-al-mondiale-qatar-2022-1024x576-2

“Non è la Fifa a comandare”

Ma il Telegraph non si ferma qui: Il discorso di Infantino sembrava scritto dalle autorità del Qatar. È arrivato un giorno dopo il divieto di birra negli stadi a causa delle pressioni tardive del Qatar. Paese che ha costretto il torneo a essere spostato a metà stagione e poi ha cambiato il programma delle partite una volta annunciato. Tutto ciò per dimostrare che non è la Fifa a comandare“. Per il Telegraph il discorso di Infantino aveva l’obiettivo di placare il Qatar, ed era diretto proprio all’emirato.

divieto-di-birra-qatar-1024x576

Una vera e propria stroncatura a livello globale.

calcio19/11/2022 • 22:24
facebook
twitter
whatsapp
Tags :Mondiali

LEGGI ANCHE

Ultime News

Impostazioni cookie