Mondiali 2022, rischio ammonizione per i capitani: nazionali rinunciano alla fascia arcobaleno

calcio21/11/2022 • 10:25
facebook
twitter
whatsapp

Ai Mondiali in Qatar, i capitani di nove nazionali rischiavano l’ammonizione ancor prima di iniziare a giocare. I giocatori in questione stavano pensando di indossare la fascia di capitano One Love a sostegno dell’inclusività e dei diritti LGBTQ+. Una fascia, che violava però le regole sull’equipaggiamento della FIFA, motivo per cui rischiavano di ricevere un cartellino giallo prima del calcio d’inizio. 

Mondiali, capitani rinunciano alla fascia arcobaleno

I capitani di nove squadre europee, tra cui l’inglese Harry Kane, il gallese Gareth Bale e il tedesco Manuel Neuer, avrebbero voluto indossare le fasce con il cuore arcobaleno ‘One love’. Un gesto per promuovere l’inclusività e i diritti LGBTQ+ in Qatar, un paese che criminalizza le relazioni tra persone dello stesso sesso. Dopo la minaccia della Fifa di ammonire i giocatori, le Federazioni hanno iniziato a cambiare idea. Francia e Olanda sono state le prime due nazionali ad aver fatto un passo indietro. Poi, si sono unite le altre. 

Nelle scorse ore, è arrivato il comunicato di Inghilterra, Galles, Olanda, Germania, Belgio, Danimarca, Svizzera. Tutte, di fatto, rinunciano alla fascia arcobaleno: “La Fifa è stata molto chiara sul fatto che imporrà sanzioni sportive se i nostri capitani indosseranno la fascia arcobaleno. Come federazioni nazionali, non possiamo mettere i nostri giocatori in una posizione in cui potrebbero incorrere in sanzioni sportive, comprese le ammonizioni, quindi abbiamo chiesto ai capitani di non tentare di indossare la fascia durante le partite dei Mondiali”.

Mondiali, Federazioni e squadre deluse

Le Federazioni erano disposte a pagare le multe, ma non vogliono rischiare ammonizioni: Eravamo disposti a pagare multe che normalmente si applicherebbero alle violazioni dei regolamenti sui kit e avevamo un forte impegno a indossare la fascia al braccio. Tuttavia, non possiamo mettere i nostri giocatori nella situazione in cui potrebbero essere ammoniti o addirittura costretti a lasciare il campo di gioco”.

Tanta, naturalmente, la delusione: “Siamo molto frustrati dalla decisione della Fifa che riteniamo senza precedenti: abbiamo scritto alla Fifa a settembre informandola del nostro desiderio di indossare la fascia ‘One Love’ per sostenere attivamente l’inclusione nel calcio e non abbiamo avuto risposta. I nostri giocatori e allenatori sono delusi: sono forti sostenitori dell’inclusione e mostreranno supporto in altri modi”.

mondiali

La fascia in questione non è prevista dalle attuali norme sull’equipaggiamento della Fifa e chi indossa abbigliamento non ufficiale, o come in questo caso fasce non ufficiali, potrebbe essere multato o ammonito. La Federazione internazionale, per risolvere la situazione, consentirà ai giocatori di utilizzare la fascia “No discrimination”, prevista inizialmente solo per i quarti di finale. 

calcio21/11/2022 • 10:25
facebook
twitter
whatsapp
Tags :Mondiali

LEGGI ANCHE

Ultime News