Dalla Germania chiedono l’esclusione dalla Champions League del Napoli: “Sarebbe una conseguenza logica”

coppe europee08/03/2023 • 13:29
facebook
twitter
whatsapp

Lo Stato italiano ha messo il divieto di vendita dei biglietti per i tifosi ospiti in occasione di Napoli-Eintracht Francoforte e della Germania è arrivata una reazione istantanea e durissima.

Lo Stato blocca la vendita ai tifosi ospiti

Come ha annunciato proprio l’Eintracht in una nota ufficiale nella giornata di ieri, è stato imposto dal Ministero dell’Interno italiano un divieto di trasferta ai tifosi tedeschi per motivi di ordine pubblico.

View post on X

L’Eintracht Francoforte è stato informato ieri sera dalla UEFA che il Ministero dell’Interno italiano emetterà un’ingiunzione questa mattina contro il club ospitante SSC Napoli, vietando al club di vendere i biglietti ai tifosi dell’Eintracht Francoforte per l’evento di mercoledì 15 marzo alle 21:00. Il ritorno degli ottavi di finale della UEFA Champions League è dunque vietato. Ciò dovrebbe includere anche il contingente di ospiti ufficiali per un totale di 2.700 biglietti, di cui 2.400 nel settore ospiti, a cui l’Eintracht Frankfurt ha diritto ai sensi dei regolamenti UEFA. Non appena sarà disponibile il contenuto concreto dell’ordine, l’Eintracht Francoforte commenterà in dettaglio questo sviluppo

View post on X

La partita in programma mercoledì prossimo al Maradona potrebbe dunque non vedere la presenza di alcun tifoso ospite, ma non per volere del Napoli, che non ha avuto alcun ruolo nella decisione presa dallo Stato italiano. Anzi, sono circa 100mila euro in meno di incasso per la società.

I timori di Piantedosi, Ministro dell’Interno, sono nati a causa dei disordini avvenuti in Germania in occasione del match d’andata. Non vorrebbe dunque che gli scontri si ripetessero su territorio italiano.

eintracht-francoforte-napoli-adesivi-1
Gli adesivi stampati dai tifosi dell’Eintracht in occasione della partita d’andata

La questione è ovviamente arrivata ai vertici del calcio tedesco e Axel Hellmann, direttore generale della Lega calcio tedesca e portavoce del CdA dell’Eintracht, ha detto: “Si tratta di un’ingerenza grave e inaccettabili da parte delle autorità di sicurezza italiane nello sviluppo e nella cultura delle competizioni europee per club. È come se lo Stato italiano ammettesse di non essere in grado di organizzare in sicurezza una partita di Champions League, con 2.500 tifosi invitati, fissata da diversi mesi. A meno che qui non abbiano influito altri interessi… La UEFA è invitata a garantire che questa procedura non costituisca un precedente e metta in pericolo l’integrità delle competizioni”.

In Germania chiedono l’esclusione del Napoli dalla Champions

I tifosi di Francoforte sono ovviamente furiosi per l’accaduto e Maximilian Klöckner, membro del consiglio comunale della città tedesca, ha chiesto l’esclusione del Napoli dalla Champions League, come unica conseguenza logica ai fatti.

tifosi-eintracht
I tifosi dell’Eintracht Francoforte sono tra i più affiatati in Europa

Ciò perché nell’articolo 38, comma 1 del Regolamento dell’UEFA Champions League dice: “I club di casa devono mettere a disposizione dei tifosi ospiti almeno il 5% della capacità totale approvata dalla UEFA del proprio stadio, in un’area segregata e sicura. I biglietti per tale area devono essere venduti in conformità con le disposizioni dell’articolo 20 del Regolamento di sicurezza UEFA. In nessun caso, tuttavia, il prezzo di tali biglietti per i tifosi ospiti potrà superare i 70 euro. Inoltre, i club ospiti hanno il diritto di acquistare 200 biglietti di prima categoria per i propri tifosi VIP, sponsor, ecc., ma non sono obbligati a prelevare l’intera assegnazione.”

napoli-3
L’andata è finita 0-2 per la squadra di Spalletti a Francoforte

Sussiste il fatto che l’ordine è arrivato da un organo superiore all’UEFA e anche l’Eintracht sa che in questi casi c’è poco da recriminare, perché il regolamento perde il proprio peso se a impedirne la legiferazione è uno Stato.

Come spiega Reschkle: Il diritto dello Stato è al di sopra del diritto associativo, e il diritto associativo non prevede alcuna conseguenza nei confronti del Napoli.”

coppe europee08/03/2023 • 13:29
facebook
twitter
whatsapp
Tags :Napoli

LEGGI ANCHE

Ultime News