"Uccideteli tutti". La minaccia dell'Isis sulla Champions League

cronaca09/04/2024 • 11:38
facebook
twitter
whatsapp
E. Haaland
#9Manchester City FCAttaccante
Favorites

Stagione --

--

Voto medio

--

Goals

--

Tiri in Porta

--

Tiri

--

Assists

Al via stasera gli attesissimi quarti di finale di Champions League, con Real Madrid-Manchester e Arsenal Bayern Monaco ad aprire le danze. Domani il completamento delle gare d'andata con le sfide Borussia-Atletico Madrid e Psg-Barcellona.

 

Via allo spettacolo della competizione per club più prestigiosa d'Europa dunque, ma anche una certa inquietudine per le minacce arrivate in queste ore dall'Isis attraverso un manifesto diffuso dalla Fondazione Al Azaim, organo di informazione dello Stato Islamico.

Sulla Champions incombe la minaccia dell'Isis 

La minaccia dell'Isis piomba a rovinare l'attesa per i quarti di finale di Champions League. Il gruppo terroristico ha infatti minacciato ieri di colpire i quattro stadi che ospiteranno l'andata dei quarti. È stata la Fondazione Al Azaim, organo di informazione responsabile della diffusione dei messaggi dello Stato Islamico, a pubblicare l'immagine di un manifesto che minaccia il Parco dei Principi, il Santiago Bernabéu, il Metropolitano e lo Stadio Emirates, con il messaggio "Uccideteli tutti".

 

Secondo quanto riporta Marca, la polizia spagnola sarebbe a conoscenza da giorni di questa minaccia. Il governo di Madrid ha attivato le procedure di sicurezza per il doppio incontro di Champions nella capitale spagnola. Entrambe le partite, Real Madrid-Manchester City e Atlético-Borussia Dortmund, sono state dichiarate ad alto rischio e vedranno la presenza di oltre 3.000 membri delle forze di sicurezza. L'Isis aveva già annunciato di avere individuato "obiettivi morbidi, come i grandi eventi sportivi". 

 

Anche a causa di queste minacce, per questa sera il Real Madrid starebbe pensando di disputare la sfida contro il City con il tetto del Santiago Bernabeu chiuso, evitando così possibili azioni di droni dall'alto. Per il momento comunque fonti di polizia assicurano che la situazione è sotto controllo e non ci sarebbe motivo d'allarme.

 

View post on X

 

cronaca09/04/2024 • 11:38
facebook
twitter
whatsapp

LEGGI ANCHE

Ultime News