Alisson Becker, nel 2020 più battesimi che gol subiti

calcio06/02/2020 • 17:56
facebook
X
whatsapp

Alisson Becker e un nuovo strano primato, nel 2020 più battesimi che gol subiti. Il brasiliano infatti, in questo nuovo anno, ha subìto una sola rete ma ha assistito e partecipato come padrino a due battesimi. Alisson è ormai considerato uno dei portieri più forti al Mondo. Il ventisettenne è in ottima forma e l’ha dimostrato già lo scorso anno quando, con il Liverpool, ha vinto Champions League, Supercoppa Europea e Mondiale per Club, ma continua a dimostrarlo tuttora. L’estremo difensore non ha messo in bacheca solo i titoli con i Reds, è stato infatti anche il primo a ricevere il premio Yashin come miglior portiere dello scorso anno. Un successo dietro l’altro per il brasiliano a cui ora si aggiungerà molto probabilmente la conquista della Premier League. Ma Alisson può vantare anche un altro primato, del tutto originale.

LEGGI ANCHE: Balotelli rivela: “Pranzo e cena da mamma e a letto alle 22.30”

Alisson, nel 2020 più battesimi che gol subiti

Nel 2020, come fa notare il tabloid inglese Sun, l’estremo difensore ha subito un solo gol. L’unico in grado di superarlo è stato Raúl Jiménez. Il messicano, durante la gara tra i Reds e il Wolverhampton, aveva segnato la rete del momentaneo pareggio. Nessun altro è riuscito nell’impresa. Un unico gol subito quindi, ma due battesimi all’attivo. Alisson evidentemente non brilla solo nello sport ma anche come uomo di chiesa, tanto che nel nuovo anno ha già battezzato due persone, il tutto nella piscina di casa sua, insieme alla moglie Natalia. 

LEGGI ANCHE: Karius, troppi party in Turchia: verrà rispedito da Klopp?

Il primo è stato il connazionale e compagno di squadra Firmino. Il video del battesimo, il mese scorso, ha fatto il giro del mondo. Ma Becker, a quanto sembra, ha fatto anche un altro grande salvataggio, salvando l’anima della moglie di Fred, centrocampista del Manchester United. La donna, Monique Salum, è stata battezzata da Alisson e Natalia lo stesso giorno di Firmino, ma ha condiviso le emozioni di quel giorno solo adesso. Il brasiliano si divide quindi tra il suo ruolo di padrino e quello di portiere del Liverpool. Chissà, se entro fine stagione, riuscirà a salvare più anime o palloni. 

LEGGI ANCHE: Pazza idea dei tifosi Reds, tesserare Gerrard per fargli sollevare Premier

calcio06/02/2020 • 17:56
facebook
X
whatsapp

LEGGI ANCHE

Ultime News