La rinascita di Belfodil. Da bidone a goleador in Bundesliga

calcio11/04/2019 • 13:45
facebook
X
whatsapp

L’Araba Fenice è un uccello mitologico che rinasce dalle proprie ceneri dopo la morte. Un processo che simboleggia un nuovo inizio nonostante le avversità.  La stessa rotta intrapresa da Ishak Belfodil che, dopo aver toccato il fondo della sua carriera in Italia vincendo il premio ‘calciobidone 2014’, sembra aver trovato la sua dimensione ideale in Bundesliga.

Tuttavia, l’approccio dell’ex centravanti dell’Inter col campionato tedesco non fu per niente facile. La scorsa stagione il Werder Brema decise di puntare su di lui prelevandolo in prestito dallo Standard Liegi. L’avventura coi biancoverdi fu un disastro, e dopo appena una stagione il club tedesco decise di non riscattare il suo cartellino.

La strana storia di Joao Mendes, il figlio di Ronaldinho

Belfodil rinasce in Germania

In estate però l’Hoffenheim, che chiuse la stagione 2017/2018 in terza posizione, decise di scommettere su di lui versando nelle casse dello Standard Liegi 5,5 milioni di euro. A Hoffenheim l’avvio di stagione non fu idilliaco (appena 4 goal messi a segno nel girone d’andata), ma col passare dei mesi Belfodil conquista la fiducia dei compagni e soprattutto quella del suo coach Nagelsmann. Lo spartiacque della stagione arriva contro il Borussia Dortmund, match nel quale Belfodil sigla una doppietta. Da lì in poi non si ferma più e nell’ultimo turno contro l’Augsburg mette a segno una tripletta in 21 minuti, diventando  il primo algerino ad aver segnato una tripletta in Bundesliga e superando il proprio score personale di reti in un campionato (13 in 21 presenze). 

Sarri frecciata ad Abramovich: “Parla più con Zola. È simile ad ADL”

calcio11/04/2019 • 13:45
facebook
X
whatsapp

Autore

Redazione

LEGGI ANCHE

Ultime News