Cassano attacca, Ferrara risponde a tono: “Noi vincevamo, tu prendevi il biberon. Taci, che è meglio”

calcio italiano01/10/2022 • 15:27
facebook
twitter
whatsapp

Non finisce di innescare polemiche Antonio Cassano, che con le sue sparate praticamente su ogni personaggio del mondo del calcio fa quotidianamente arrabbiare qualcuno. Nei giorni scorsi l’ex attaccante barese aveva definito “scappati di casa” sia i suoi ex compagni di squadra alla Sampdoria, sia i giocatori del Napoli scudettato che ebbero l’onore di giocare insieme al grande Diego Armando Maradona. Se a nome dei blucerchiati ha risposto piccato il lituano Stankevicius, a farsi portavoce del pensiero di quel Napoli è stato Ciro Ferrara, il quale su Instagram non ha usato troppi giri di parole…

ciro-ferrara-1024x576

Ferrara la tocca piano

Le parole di Antonio Cassano sul Napoli di Diego Armando Maradona (“vinse il primo Scudetto con una squadra di scappati di casa“) hanno fatto molto clamore, portando ialcuni protagonisti di quelle annate a rispondere in maniera piuttosto piccata. Il capitano di quel Napoli, Beppe Bruscolotti, parafrasando le sue parole, si era limitato a rispondere definendo l’ex attaccante tra le altre di Roma e Real Madrid come uno “scappato dal manicomio“; Ciro Ferrara invece si è affidato ad un post Instagram per lanciare una vera e propria bordata.

cassano-boccia-il-mercato-dell-inter-1024x576-2

“Taci, che meglio..”

Pubblicando una foto di quella rosa che aveva in Diego Armando Maradona il fulcro ed ovviamente il protagonista assoluto, Ferrara ha scritto stizzito rispondendo a Cassano: “Ciao Antonio, parli di cose che evidentemente non conosci bene, in una lingua che padroneggi ancora meno. Il 10 maggio 1987, mentre noi vincevamo il primo scudetto della storia del Napoli, tu non avevi ancora compiuto 5 anni e prendevi il biberon. Taci, che è meglio. Diego non avrebbe mai voluto nel suo spogliatoio un “fenomeno” come te. Firmato: nu scappat ‘e casa“.

View post on Instagram
 
calcio italiano01/10/2022 • 15:27
facebook
twitter
whatsapp

LEGGI ANCHE

Ultime News

Impostazioni cookie