Roma-Napoli, rabbia Mourinho: “Hanno vinto senza meritarlo. Lozano si butta sempre”

calcio italiano24/10/2022 • 14:00
facebook
twitter
whatsapp

La Roma di Mourinho perde contro il Napoli all’Olimpico e torna al quinto posto in classifica, dietro alla Lazio e sette punti dai partenopei, primi. La squadra di Spalletti riesce a conquistare i tre punti grazie al gol di Osimhen all’80’ e così, dopo tre vittorie di fila, i giallorossi crollano. Lo Special One, dopo la partita, era furioso. Secondo il portoghese, infatti, il Napoli non meritava questo successo. Profonda amarezza dunque, anche per alcuni comportamenti, che l’ex Chelsea sottolinea più volte. C’è un dato, però, che preoccupa il club capitolino. 

Roma-Napoli, rabbia Mourinho: “Hanno vinto senza meritarlo”

Mourinho, ai microfoni di DAZN, parte subito con una frecciata: Complimenti al Napoli che ha vinto senza meritare. La nostra è stata una prestazione sufficiente per non perdere. Volevo vincere nello stesso modo in cui hanno vinto loro, con un paio di tiri e un gol. Partita difficile ma controllata. Dopo tanti gialli siamo stati in difficoltà. Poi abbiamo avuto stanchezza in diversi giocatori. Avevo poche soluzioni in panchina. Partita però controllata contro una grande squadra e sento un sentimento di ingiustizia. Un abbraccio ai miei perché hanno fatto il possibile. Chi faceva un gol vinceva e lo hanno fatto loro”.

mourinho-esulta-dopo-roma-bodo-glimt-2

Mourinho coglie l’occasione per lamentarsi poi dell’atteggiamento di un avversario, l’esterno del Napoli Hirving Lozano. Secondo lo Special One si tuffa un po’ troppo: “Ibanez non scivolava su…Come si chiama…Quello che si butta sempre per terra, quello che si tuffa sempre! Lozano, Lozano”. Il portoghese prosegue rincarando la dose: “Con il proseguire dei minuti abbiamo abbassato la pressione per stanchezza, anche se non avevamo giocato durante la settimana. Ho messo Karsdorp su Olivera e Mancini su Kvara. Dall’altro lato c’era Spinazzola su Di Lorenzo e poi c’era Ibanez su Lozano, quello che si tuffa sempre“.

Il dato che preoccupa la Roma

E poi c’è spazio anche per l’arbitro. Mourinho non si sofferma parecchio sul direttore di gara. I due, dopo la partita, hanno parlato e il portoghese non vuole affrontare questo argomento:L’arbitro non ha fatto di certo una bella gara, ma può capitare anche a loro. Non voglio parlare di lui, alla fine Irrati è un bravo arbitro, equilibrato non solo nelle nostre partite. Ci sono state delle cose che però non mi sono piaciute, ci sono stati troppi ammoniti dalla nostra parte. Ma ho parlato con lui dopo la partita”.

mourinho-wijnaldum-1024x700-1

Lo Special One era furioso, ma c’è un dato che comunque preoccupa l’ambiente giallorosso. La Roma sì, si è impegnata e ce l’ha messa tutta, ma in 98 minuti di gioco non è riuscita a fare un tiro in porta. Non succedeva dal 13 dicembre 2015. Un dato, al di là di tutto, su cui riflettere. 

calcio italiano24/10/2022 • 14:00
facebook
twitter
whatsapp
Tags :Roma

LEGGI ANCHE

Ultime News

Impostazioni cookie