Bologna, Thiago Motta smentisce Marelli. Poi la surreale “richiesta” ai magazzinieri

calcio italiano15/04/2023 • 18:27
facebook
twitter
whatsapp

Entusiasmo, in casa Bologna, dopo il pareggio casalingo contro il Milan. Il match, terminato sul punteggio di 1-1 in virtù delle reti di Sansone al 1′ e Pobega al 40′, ha dato un’ulteriore dimostrazione dello spessore degli uomini di Motta, ottavi in classifica a quota 44 punti. Al termine del match si sono scatenate le polemiche dei rossoneri sull’arbitraggio e, in questo contesto, si inseriscono le dichiarazioni del tecnico rossoblu.

Motta sugli episodi

Al termine del match, Thiago Motta è intervenuto ai microfoni di Dazn e ha replicato alle dichiarazioni di Pioli, furioso nel post-partita per due penalty non concessi al Milan: “I rigori non c’erano, se quello su Rebic è un fallo da rigore allora bisogna rivedere le regole”. Quindi, sul tocco di mano di Lucumì: “Il pallone tocca prima il corpo e il braccio era esattamente dove doveva essere”.

thiago-motta-1024x576-2
Thiago Motta, 40 anni, tecnico del Bologna

“Se quello è rigore…”

Nel corso del suo intervento, il tecnico del Bologna ha poi smentito la posizione dell’ex arbitro Luca Marelli, secondo cui i due episodi in questione avrebbero dovuto essere sanzionati con il calcio di rigore: Non capisco le sue parole, Lucumì tocca la palla con il braccio ma lo fa per mantenere l’equilibrio del corpo”. Quindi, in conferenza stampa: Se quello è rigore, allora dovremo chiedere ai magazzinieri di fare i pantaloncini con le tasche“.

calcio italiano15/04/2023 • 18:27
facebook
twitter
whatsapp
Tags :Milan

LEGGI ANCHE

Ultime News