Tutti contro Veretout: litiga con Mou, l’agente lo scarica e gli fa causa, la moglie lascia i social dopo il “covid party”

calcio31/03/2022 • 13:40
facebook
twitter
whatsapp

Non è sicuramente un periodo felice per Jordan Veretout che nei giorni scorsi è stato coinvolto in una shitstorm che ha colpito la moglie Sabrina. La donna, positiva al covid, aveva festeggiato il suo 39° compleanno ignorando tutte le restrizioni. Inoltre, il Corriere dello Sport, rivela che l’ex Fiorentina ha avuto una furiosa lite con José Mourinho a seguito del mancato rinnovo di contratto che è stata anche la causa della rottura col suo procuratore. Insomma, è un periodo in cui il centrocampista francese si sta facendo terra bruciata.

Il covid party di Sabrina Veretout

Partiamo con ordine: qualche giorno fa la moglie Sabrina aveva postato delle stories su Instagram dove rivelava di essere positiva al covid ma di non voler rinunciare alla mega festa di compleanno. A nessuno è sfuggito il fatto che al party nessuno dei numerosi invitati indossasse la mascherina, neanche la stessa festeggiata. Il party della discordia aveva generato una shitstorm sul profilo instagram dell’influencer francese. Sabrina si era giustificata spiegando che tutti i presenti erano stati avvertiti del fatto che lei fosse positiva, salvo poi insultare i media che avevano riportato la notizia. In tutto questo Jordan non era apparso in nessuna foto e video della serata.

Ma quindi era lì? Nessuno può saperlo, come nessuno può sapere se il calciatore positivo annunciato tramite comunicato dalla Roma, sia davvero lui. Chiaramente il sospetto che fosse presente al party della moglie da cui avrebbe preso il covid è molto forte. Fatto sta che la moglie Sabrina si è cancellata dai social per eludere i numerosi commenti negativi degli haters che invitavano lei e il marito a lasciare la Capitale.

sabrina-veretout-festeggia-con-il-covid-1024x614
Sabrina in compagnia del marito Jordan Veretout

Il caso rinnovo e il litigio con Mourinho e con Giuffredi

Ma se l’ambiente romano non gli ha perdonato il “covid party”, Mourinho e la dirigenza giallorossa non gli hanno perdonato l’atteggiamento avuto sulla questione rinnovo. Diversi mesi fa il club capitolino aveva raggiunto l’accordo col suo procuratore Mario Giuffredi per il rinnovo a 3,5 mln + bonus (attualmente ne percepisce 2,7 mln netti), ma Veretout ha cambiato le carte in tavola rilanciando la richiesta a 6 mln. Poi ha tuonato contro Mourinho dicendogli: “Se non ci mettiamo d’accordo sul contratto, non gioco più“, come riportato dal Corriere dello sport, scatenando una furiosa lite col tecnico portoghese. Non è un caso che quindi il centrocampista sia uscito dalle gerarchie dello Special One, come non è un caso che la società l’abbia immediatamente messo sul mercato.

Anche l’agente Giuffredi l’ha scaricato e gli ha fatto causa per 3 mln spiegando a calciomercato.it: “Ho interrotto i rapporti con Veretout da diversi mesi, fare delle considerazioni o dire qualcosa sulla situazione calcistica del ragazzo, non posso e non mi sento di commentare. Ma ci tengo a precisare due cose per me molto importanti. Siccome ho sempre pensato che i calciatori rispecchiano i loro procuratori, preferisco fare chiarezza perché le sue vicende non mi appartengono e non voglio essere associato alle sue scelte. Ho sempre gestito i calciatori dandogli delle regole, chi sta con me deve essere impeccabile dal punto di vista comportamentale. Ai miei calciatori ho sempre dato delle regole, per chi non le rispetta vengono interrotti i rapporti“.

mario-giuffredi-ex-agente-di-veretout
Mario Giuffredi ex agente di Jordan Veretout
calcio31/03/2022 • 13:40
facebook
twitter
whatsapp
Tags :Roma

LEGGI ANCHE

Ultime News