Russia, l’ex Everton Bilyaletdinov chiamato da Putin per combattere contro l’Ucraina

cronaca29/09/2022 • 15:59
facebook
twitter
whatsapp

L’ex stella della Premier League Diniyar Bilyaletdinov è stato chiamato da Vladimir Putin per combattere con l’esercito russo nella guerra contro l’Ucraina. Il presidente della Federazione Russa obbligherà 300 mila riservisti russi a presentarsi al fronte per combattere contro l’esercito ucraino. Tra questi, c’è anche l’ex Everton Bilyaletdinov. 

L’ex Everton chiamato a combattere contro l’Ucraina

A confermare la notizia è il padre del 37enne, Rinat, ai microfoni di sports. ru: Diniyar è uno degli uomini chiamati a combattere. L’ex centrocampista ha ricevuto una citazione dall’ufficio militare di registrazione e arruolamento ma, secondo la famiglia Bilyaletdinov, c’è un errore: “Diniyar ha davvero ricevuto una citazione. Lui ha prestato servizio, ma è stato con un orientamento sportivo. Cioè, sì, ha prestato giuramento, ma ha prestato servizio nella linea sportiva. Sono passati 19 anni. La legge poi dice ancora: chiamare persone fino a 35 anni, e lui ha 37 anni, quindi c’è una sorta di incoerenza qui. Ora dovrà capire se questa agenda è corretta. Tutto può succedere”.

russia

Al momento, spiega l’uomo, non c’è una mobilitazione generale. La famiglia Bilyaletdinov vuole dunque comprendere perché Diniyar, che ha 37 anni, dovrebbe partire: “Se ci fosse una mobilitazione generale, non ci sarebbe bisogno di fare domande. Ma per ora il presidente ne ha stabilita una parziale: tutto dovrebbe essere a norma di legge”.

Russia, 5 membri dello staff si rifiutano di tornare in patria

Molti uomini russi, come riferisce il Sun, stanno cercando di trovare modi per evitare di essere arruolati nella guerra di Putin. Cinque membri dello staff della Federcalcio russa sono stati chiamati a combattere, ma si rifiutano di tornare in patria. Dopo l’amichevole giocata a Bishkek tra Russia e Kirghizistan, non sono rientrati a Mosca con la squadra e, al momento, non hanno intenzione di rientrare nel loro Paese.  

Bilyaletdinov e i cinque membri dello staff, per ora, rifiutano la chiamata. L’ex centrocampista si era unito all’Everton nel 2009 ma, nel corso della sua carriera, ha giocato principalmente in patria, per Lokomotiv Mosca e Spartak Mosca. Il 37enne è stato per molti anni tra i giocatori più importanti della nazionale russa. Era anche nella formazione di Euro 2008, quando la Russia è arrivata fino alle semifinali.

cronaca29/09/2022 • 15:59
facebook
twitter
whatsapp

LEGGI ANCHE

Ultime News

Impostazioni cookie