Cannonieri Serie A: da Piola a Immobile tutti i migliori marcatori del nostro campionato

calcio italiano11/10/2023 • 11:50
facebook
X
whatsapp

Dall'anno della sua fondazione, il 1898, tantissimi campioni si sono avvicendati sui campi della Serie A. Ma i protagonisti che rimangono maggiormente negli occhi e nelle menti dei tifosi, si sa, sono quelli che il pallone lo buttano dentro facendo esplodere lo stadio. Di grandi attaccanti il campionato italiano ne ha visti passare tanti, e di ogni nazionalità, ma non tutti ovviamente sono rimasti negli annali. Chi di sicuro avrà un posto riservato negli almanacchi e nella storia del calcio di casa nostra è chi è stato in grado di far gonfiare la rete per decine, centinaia di volte.

Da Silvio Piola a Francesco Totti, da Totò Di Natale a Ciro Immobile passando per Gunnar Nordahl e José Altafini: chi sono i maggiori marcatori di tutti i tempi del nostro campionato?

Cannonieri Serie A: la Top 10

infortunio-quagliarella

Appena fuori dalla Top 10 dei cannonieri della Serie A merita una menzione l'attaccante della Sampdoria Fabio Quagliarella, uno dei pochissimi ancora in attività presenti nella parte alta della classifica. Sono 181 le reti totali messe a segno dal nativo di Castellamare di Stabia, la maggior parte delle quali, 101, segnate in maglia blucerchiata.

10) Del Piero, Gilardino, Signori

del-piero-juve-1024x576

In decima posizione ci sono tre giocatori che, per motivi diversi, hanno lasciato un segno indelebile nelle pagine del calcio italiano. Tre tenori dell'attacco, tre icone di un calcio che probabilmente non esiste più. A quota 188 reti nella massima serie si trovano infatti Alessandro Del Piero, Alberto Gilardino e Giuseppe Signori. Il primo, storico capitano della Juventus, li ha messi a segno tutti con la maglia bianconera; il secondo ha fatto gioire tanti club di casa nostra, in particolare Parma (50 goal) e Fiorentina (52); il terzo è stato in grado di laurearsi per ben 3 volte capocannoniere della Serie A, e a Foggia e Roma, sponda Lazio, è tutt'ora considerato un idolo.

9) Hamrin

C'è Kurt Hamrin in nona piazza di questa Top 10. La Gazzetta lo definì "un'ala destra elegante e micidiale", e l'attaccante svedese, a cavallo tra gli anni '50 e '60, fece letteralmente impazzire i tifosi di Padova e Fiorentina, lasciando poi un segno più leggero anche al Milan e a Napoli, facendo nel contempo impallidire le difese avversarie. Ben 191 i goal messi a segno dal nativo di Stoccolma, 150 dei quali con la maglia viola, di cui è considerato vera e propria bandiera.

8) Immobile

196 goal, and counting... per dirla all'americana. Ciro Immobile è il più prolifico tra gli attaccanti in attività, e nella sua carriera ha sempre avuto uno straordinario feeling con il goal. 4 volte maggior marcatore della Serie A, una con la maglia del Torino e tre con quella della Lazio, il centravanti di Torre Annunziata ha segnato ben 160 delle sue 192 reti in biancoceleste, di cui è inoltre miglior marcatore di sempre in tutte le competizioni (194). Una cifra che, a 33 anni, sembra ancora destinata a salire. Nel 2019/2020 si è anche tolto la soddisfazione di vincere la Scarpa d'Oro (36 reti in Serie A).

7) Baggio

C'è il penultimo Pallone d'Oro italiano in settima posizione. Roberto Baggio, il Divin Codino, l'uomo che ha fatto esaltare l'Italia ai Mondiali casalinghi del 1990 e ancor di più in quelli statunitensi di quattro anni dopo. Considerato come uno dei migliori giocatori italiani di sempre, Baggio ha segnato la bellezza di 205 reti in Serie A, la maggior parte delle quali con la maglia della Juventus (78). Nonostante i tanti problemi fisici avuti in carriera, più che trent'enne riuscì ad andare per quattro volte consecutive in doppia cifra nel nostro campionato con la maglia del Brescia. "Ah, da quando Baggio non gioca più...non è più Domenica".

6) Di Natale

A Udine lo hanno visto fare l'aeroplanino per ben 191 volte, 208 in totale in Serie A. Antonio Di Natale, per tutti Totò, era l'uomo dei goal non banali. Reti splendide, a volte impossibili, ma la palla finiva poi inesorabilmente sempre in fondo al sacco. Sesto tra i migliori marcatori all time del massimo campionato italiano, l'attaccante napoletano, dopo gli esordi ad Empoli, è sempre rimasto fedele al club friulano nonostante le tantissime richieste, dall'Italia e dall'estero, ed un trasferimento praticamente fatto alla Juventus sfumato poi per un suo rifiuto.

4) Altafini, Meazza

Ai piedi del podio una coppia di nomi iconici della nostra Serie A: Josè Altafini Giuseppe Meazza, appaiati a quota 216 reti. Il primo, in un ventennio tra il '56 e il '76 con Milan, Napoli e Juventus, siglò ben 120 di queste reti con la maglia rossonera, 71 con quella degli azzurri e 25 in bianconero. Il secondo, storico centravanti dell'allora Ambrosiana Inter e della Nazionale Italiana bicampione del mondo nel '34 e nel '38, mise a segno 197 reti proprio in nerazzurro.

3) Nordhal

C'è uno svedese sul terzo gradino del podio dei migliori marcatori della Serie A di tutti i tempi. I nostalgici (e i più anziani) tifosi rossoneri si ricordano il mitico trio scandinavo Gre-No-Li. Ebbene Gunnar Nordhal era il terminale offensivo di quel tris d'assi, e con la maglia rossonera negli anni '50 trovò il fondo della rete la bellezza di 210 volte, che aggiunte alle 15 reti siglate con la Roma, fanno un totale di 225 goal nel massimo campionato italiano.

2) Totti

totti-1-1024x576-1

Al secondo posto la leggenda e icona della Roma, Francesco Totti. Nella sua lunghissima carriera tutta vestita di giallorosso lo storico numero 10 capitolino ha messo a segno 250 goal in Serie A. È il calciatore che ha realizzato il maggior numero di reti con la stessa squadra nella massima divisione italiana e l'unico a segnare in 23 stagioni differenti. Ha anche vinto la Scarpa d'Oro come miglior marcatore europeo nella stagione 2006/2007, quando raggiunse quota 26 reti in campionato.

1) Piola

Al primo posto tra i migliori goleador di tutti i tempi della Serie A c'è l'inarrivabile (per ora), Silvio Piola, autore in carriera di 274 reti. La maggior parte di queste reti l'attaccante lombardo le ha messe a segno con la maglia della Lazio (143), ma sono stati tantissimi i suoi goal anche con  Pro Vercelli, squadra con cui ha esordito sedicenne in Serie A, e Novara, club con cui ha concluso una carriera lunga 25 anni. Campione del Mondo con la Nazionale Italiana nel 1938, è anche terzo tra i marcatori azzurri con 30 segnature a referto.

 

calcio italiano11/10/2023 • 11:50
facebook
X
whatsapp
Tags :Serie A

LEGGI ANCHE

Ultime News