Seconda chance per H’Maidat, dopo 10 mesi di carcere riparte dal Como

calcio22/07/2019 • 15:56
facebook
X
whatsapp

Seconda chance per Ismail H’Maidat. Dopo dieci mesi di carcere il giocatore è pronto a ripartire grazie al Como.

Centrocampista, classe 1995 e, almeno fino al 2016, considerato una giovane promessa del calcio internazionale. Parliamo del centrocampista Ismail H’Maidat, cresciuto sportivamente tra Olanda e Belgio e approdato in Italia, al Brescia, a soli 19 anni.

LEGGI ANCHE: Bale, proposta folle dalla Cina. Sarebbe il più pagato al mondo

In soli 2 anni di Serie B riesce ad imporsi in Italia e la Roma decide di acquistarlo, investendo circa 3 milioni di euro. Ad assisterlo nella trattativa il procuratore Mino Raiola. Diventato ufficialmente dei giallorossi iniziano le sue avventure in prestito. Prima all’Ascoli, poi al Vicenza, successivamente in Portogallo all’Olhanense e infine in Belgio al Westerlo. Ismail è un mancino forte tecnicamente, ma con un carattere difficile e ribelle tanto da aver avuto problemi, si dice, anche con vari compagni di squadra. Ma poi, che fine ha fatto?

Ismail H’Maidat al Como

Il 13 marzo 2018 il centrocampista è stato arrestato dalla polizia belga. Niente a che vedere con il calcio naturalmente, l’accusa infatti è di aver commesso cinque rapine a mano armata. Gli episodi, nel mirino degli inquirenti, sono avvenuti tra il dicembre 2017 e il gennaio 2018 vicino a Turnhout, nella provincia di Anversa, e il bottino sarebbe di poche migliaia di euro.

LEGGI ANCHE: Eintracht Francoforte, Da Costa:“Gioco ma sono allergico al manto erboso”

Alcuni indizi, considerati molto forti, hanno portato gli investigatori proprio da Ismail. In primis, grazie alle celle telefoniche e ai video di sorveglianza, si è scoperto che il giocatore si trovava sempre nelle zone delle rapine quando sono avvenute. Lui di persona, o la sua auto. Inoltre, a casa sua, la polizia ha trovato un cappotto e un paio di scarpe compatibili con quelli di uno dei rapinatori. 

LEGGI ANCHE: Messi vede tre bambini giocare in spiaggia: lui e il figlio li sfidano (VIDEO)

Il giocatore riceve così una condanna di 46 mesi, circa 4 anni, ma dopo 10 mesi di carcere viene assolto. Gli inquirenti hanno scoperto che il centrocampista era estraneo ai fatti.

E ora la seconda chance nel calcio. Il club comasco, in Serie C, e il tecnico Banchini hanno deciso di dargli fiducia. L’ex Brescia si allenerà per ora con i lariani,  per un periodo di prova, ma sembra che la fumata bianca per un contratto vero e proprio sia proprio dietro l’angolo. 

calcio22/07/2019 • 15:56
facebook
X
whatsapp

LEGGI ANCHE

Ultime News