La paura di Alexander-Arnold: “Essere ricordato per la Champions”

calcio22/09/2019 • 09:21
facebook
twitter
whatsapp

Per molti club, ma soprattutto per molti tifosi, vincere la Champions League è un sogno. Nonostante le plurime vittorie in campionato (vedi Juve e Psg), la coppa dalle grandi orecchie diventa una vera e propria ossessione per tante squadre d’Europa. D’altronde a vincere è solo una e l’anno scorso ad alzarla al cielo è stato il Liverpool. Un sogno che si realizza, soprattutto per i protagonisti in campo che hanno vinto un trofeo in cui in pochi possono fregiarsi nella storia. Non è dello stesso avviso il difensore dei Reds Trent Alexander-Arnold che in una intervista al Daily Mail rivela il suo dispiacere per non aver vinto la Premier League.

LEGGI ANCHE – Ancora tu? Ma non dovevamo vederci più? Karius altra papera clamorosa

ALEXANDER-ARNOLD ELOGIA IL MAN CITY

Nonostante il Liverpool abbia disputato una grande stagione, gli sky blue sono risultati invincibili ottenendo il record di punti. Sono sicuro che abbiamo imparato molto da come il Manchester City ha vinto lo scorso anno – ha sportivamente ammesso il difensore -. Ci hanno mostrato come si vince. Sono stati implacabili. Perdere il titolo è stata la peggiore sensazione che molti di noi abbiamo mai provato nella nostra carriera calcistica. Quando ci si avvicina così tanto a qualcosa. Senti di aver fatto qualcosa per te stesso e di aver reso orgogliosa la tua famiglia e poi in una frazione di secondo, ti senti come se avessi deluso tutti nel mondo, ti senti come se non fossi abbastanza bravo”.

LEGGI ANCHE – Atletico Madrid Juve: Cuadrado battibecco coi compagni a fine match

FAME DI VITTORIA

L’ambizione di Alexander-Arnold si denota dalle sue parole: “Non puoi rinunciare ad un trofeo per seguirne un altro. Perché non provare a vincerli entrambi? Abbiamo la qualità nella squadra. Vogliamo vincere tutto. Dobbiamo essere egoisti al riguardo. Quando abbiamo vinto la Champions League la scorsa stagione, le celebrazioni sono state incredibili. Ma non è stata nemmeno una settimana di pura gioia. Non eravamo ancora soddisfatti. Non vogliamo essere ricordati come quella squadra del Liverpool che ha vinto solo la Champions League. Vogliamo essere la squadra per cui la gente va in confusione per il numero di trofei che si vince. Non vogliamo essere ricordati come la squadra che ha perso dal Manchester City in una grande corsa al titolo. Non vogliamo essere la squadra che l’ha quasi fatto. Vogliamo essere la squadra che l’ha fatto”.

LEGGI ANCHE – Francia, calciatori troppo stanchi. La Federazione elimina la Coupe de Ligue

calcio22/09/2019 • 09:21
facebook
twitter
whatsapp

LEGGI ANCHE

Ultime News