Panchina Milan, De Zerbi favorito ma costa caro: resiste un candidato e due alternative

calcio italiano01/05/2024 • 09:48
facebook
twitter
whatsapp
Rafael Leão
#10AC MilanAttaccante
Favorites

Stagione --

5,8

Voto medio

--

Goals

--

Tiri in Porta

--

Tiri

--

Assists

Il Milan è alla ricerca dell'allenatore per la prossima stagione dopo che i tifosi hanno fatto saltare Lopetegui. Il primo candidato è De Zerbi, ma la clausola blocca la trattativa. Rimane forte la candidatura di Fonseca e le ipotesi Van Bommel e Farioli.

De Zerbi-Milan, la clausola di mezzo

È tempo di riflessioni nel cantiere Milan. I rossoneri devono ricominciare dopo la delusione di questa stagione e il probabile addio di Pioli. Cardinale aveva quasi messo a terra il primo mattone del nuovo Milan - Lopetegui sulla panchina - ma i tifosi si sono opposti e il tecnico basco è saltato. Ed è proprio l'allenatore quello che mette più in difficoltà la dirigenza, un po' per le pressioni messe dalla Curva Sud, un po' per le poche possibilità concrete che ci sono all'orizzonte.

Uno dei preferiti è Roberto De Zerbi, che ha deluso in questa stagione al Brighton (attualmente dodicesimo in Premier, eliminato con un pesante 4-1 dalla Roma in Europa League) ma rimane uno dei tecnici più in voga al momento. Il problema per il Milan è però la clausola presente nel contratto di De Zerbi con le Seagulls: 14 milioni per liberarlo. Una cifra non indiffente da spendere sull'allenatore.

Il candidato Fonseca e le due alternative

Resiste allora la candidatura di Paulo Fonseca, ex Roma attualmente alla guida del Lille, ma il cui contratto sta per terminare (scadenza a giugno). Non c'è dunque il problema clausola, ma se i tifosi hanno boicottato Lopetegui, Fonseca probabilmente non avrà una sorte migliore. Le altre due alternative sono Van Bommel, preferito di Ibrahimovic, e Farioli. Due giovani con tante prospettive, ma senza l'esperienza necessaria forse per guidare il nuovo Milan.

Per quanto riguarda le altre voci, l'idea Thiago Motta è complicata e non ha trovato troppi raffronti con la realtà di casa Milan, mentre Antonio Conte sembra fuori dai piani della proprietà rossonera. Una situazione complicata per il Milan, che deve decidere presto chi sarà a guidare il prossimo Milan (sempre che non rimanga Pioli).

calcio italiano01/05/2024 • 09:48
facebook
twitter
whatsapp
Tags :Milan

LEGGI ANCHE

Ultime News