Nizza Marsiglia sospesa per cori omofobi. Ma Cyprien non ci sta

calcio29/08/2019 • 10:18
facebook
twitter
whatsapp

Nizza Marsiglia sospesa per 10′ per cori e striscioni omofobi provenienti dalla curva della squadra di casa. È quanto accaduto durante la terza giornata di Ligue 1. Dopo i continui richiami dello speaker dello stadio, alla mezzora l’arbitro Clément Turpin ha deciso di interrompere per qualche minuto la gara. Ma c’è chi non l’ha presa bene.

LEGGI ANCHE – La nuova maglia celebrativa del Liverpool è dark (FOTO)

NIZZA MARSIGLIA SOSPESA PER CORI OMOFOBI

Vi avevamo parlato qualche settimana fa di Gay Footballer, un account twitter creato da un anonimo che sosteneva di essere un calciatore della Premier League. Gay Footballer aveva scosso l’Inghilterra per le sue dichiarazioni in cui sosteneva come i club d’oltremanica impedissero ai calciatori omosessuali di fare coming out per evitare di perdere sponsor. Nessuno ha mai capito se Gay Footballer fosse reale o un account fake, perché il giorno in cui aveva annunciato il suo face reveal, ha cancellato l’account. Questo personaggio ha fatto discutere molto di sé perché ha sollevato una questione che in Inghilterra è tabù da quando nel 1998 Fashanu si suicidò dopo aver fatto coming out. Non a caso la Uefa ha introdotto diverse campagne di sensibilizzazione sull’argomento.

LEGGI ANCHE – “Ciao sono gay e gioco in Premier”. Ecco come nasce il mistero di Gay Footballer

In Francia hanno preso a cuore l’argomento; gli arbitri stanno applicando in maniera ferrea il piano di lotta all’omofobia approvato di recente da Lega, Federazione e Ministero dello Sport. Turpin ha sospeso la gara per una decina di minuti, rimandando le squadre negli spogliatoi, finché lo striscione ingiuroso non è stato tolto. Per placare gli animi sono comunque dovuti intervenire i giocatori rossoneri che sono andati sotto la curva a calmare i tifosi che inneggiavano contro l’arbitro e le forze dell’ordine. La scelta della sospensione non è scesa già al calciatore del Nizza, Wylan Cyprien che ha commentato così ai microfoni di Canal Plus: “Sono contro tutte le discriminazioni, ma interromperemo tutte le partite ogni volta che degli idioti agiranno così?“.

LEGGI ANCHE – Guai per l’ex Liverpool Dean Saunders, arrestato dalla polizia inglese

calcio29/08/2019 • 10:18
facebook
twitter
whatsapp

LEGGI ANCHE

Ultime News

Impostazioni cookie